annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rassegna Stampa 2009

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Riferimento: RASSEGNA STAMPA

    Fisicaro: « L’impegno per una scuola migliore»

    E’ anche un’occasioe per fare un bilancio dell’attività del proprio assessorato ed enucleare le prospettive essenziali lungo il cui asse si intende sviluppare la politica scolastica ed universitaria dell’amministrazione provinciale il messaggio di augurio di buone feste rivolto dall’assessore provinciale alla pubblica istruzione Emanuele Fisicaro alla comunità scolastica e universitaria tarantina. “La scuola che abbiamo ereditato non è la migliore possibile, nonostante le tante validissime professionalità impiegate e nonostante i casi di eccellenza che rendono onore al nostro territorio. Per questo ho insistito per stabilire un contatto proficuo con le istituzioni regionali e un rapporto collaborativo e non solo gerarchico con le dirigenze scolastiche. E’ vero, la scuola ionica rimane decisamente indietro al resto d’Italia e soprattutto d’Europa, insomma non è perfetta, certo, ma penso che sia perfettibile. Dobbiamo lavorare per renderla migliore. Questo significa innanzi tutto individuare le eccellenze e fare di tutto per renderle ancora più valide”, dice Fisicaro non senza accennare all’azione volta a bilanciare i tagli ministeriali. Poi il pensiero va ai recenti dati sull’abbandono scolastico che si attesta sul 12%: “È una percentuale altissima, che non risponde nemmeno a una localizzazione precisa, ma che investe drammaticamente tutto il territorio provinciale – commenta -. Ricordiamo che esistono finanziamenti appositi per arginare il fenomeno e che il mio assessorato sta lavorando anche in tal senso, ovvero offrire una cabina di regia per queste opportunità di cui molto spesso non si conosce neppure l’esistenza”.

    articolo di Maria Rosaria Gigante
    pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno di mercoledì 23 Dicembre 2009
    Ultima modifica di Plautus; 01/01/2010, 13:03.

    Commenta


    • #47
      Riferimento: RASSEGNA STAMPA

      Inaugurazione il 24
      E riparte il cantiere di Palazzo degli Uffici

      Palazzo degli uffici, riapre il cantiere. Lo scorso 24 dicembre Comune, Provincia e Siel (la società appaltatrice) hanno «brindato» all’apertura del cantiere. Un telo bianco, intanto, mostra a chi passeggia tra piazza della Vittoria e via D’Aquino il progetto di ristrutturazione. Il 21 dicembre il Consiglio ha approvato la nuova convenzione tra l’Amministrazione comunale e la Siel società che detiene il 100 per cento delle quote della società «Palazzo degli uffici srl». Ovvero, della società che sei anni fa si aggiudicò il bando di project financing. Comune e Provincia verseranno nelle casse della società circa 20 milioni di euro. La parte restante (13 milioni) a carico dei privati. In particolare, la Provincia metterà a disposizione 9 milioni di euro mentre il Comune accenderà un mutuo per 29 anni con una rata fissa che dovrebbe oscillare intorno ai 630-650mila euro all’anno. Rispetto alla precedente convenzione, inoltre, si riduce la durata della concessione che passa da 44 anni a 36 e si abbattono le spese per il Comune. Palazzo di città passa, infatti, da una spesa di 1 milione 150mila euro all’anno ad una di 630mila. Le superfici saranno così assegnate: 10mila ad attività commerciali; 6.400 metri quadrati alla Provincia (per il liceo Archita); 2.800 al Comune (uffici comunali).

      articolo di Fabio Venere
      pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno di domenica 27 Dicembre 2009

      Commenta

      Sto operando...
      X