annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

WikiLeaks colpisce ancora: Collateral Murder

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

    WikiLeaks colpisce ancora: Collateral Murder

    Iraq, strage Usa per errore Apache "vede" lanciarazzi, ma erano solo teleobiettivi



    Bagdad - Il sito Wikileaks ha diffuso un video dell’esercito americano in cui è stata registrata l’uccisione da parte di un elicottero americano Apache di un reporter della Reuters, Namir Noor-Eldee, del suo autista e di altre 11 persone tra cui due bambini. Teatro della carneficina un sobborgo a sud-est di Baghdad il 12 luglio del 2007. L’equipaggio dell’Apache aveva scambiato il teleobbiettivo di Namir per un lanciarazzi. Nelle immagini si vede partire la prima salva di proiettili contro un gruppo di civili che stava camminando per strada, seguita da altre raffiche contro un autista iracheno che si era fermato per soccorrere alcuni dei feriti.
    Il video choc del Pentagono Un video del Pentagono ottenuto da un sito Internet mostra le immagini della uccisione a Baghdad di undici persone - compreso un fotografo della Reuters, il suo autista ed un iracheno che aveva tentato di soccorre i feriti - da parte dell’equipaggio di un elicottero Usa Apache che aveva scambiato un teleobbiettivo per un lanciarazzi. Il video mostra la prima scarica di proiettili sparata contro il gruppo, che stava solo camminando per la strada, seguita da altri attacchi contro un guidatore iracheno che si era fermato per soccorrere alcuni dei feriti. La uccisione del fotografo Namir Noor-Eldeen e del suo autista Saeed Chmagh avvenne il 12 luglio 2007 in un quartiere sud-est di Baghdad.
    "Forza, lasciateci sparare!" Il filmato, diffuso dal sito WikiLeaks, è girato da videocamera automatica dell’elicottero Apache e contiene la registrazione degli scambi concitati tra i soldati Usa. "Guardate quei bastardi morti!", esclama uno dei piloti dopo il primo attacco contro il gruppo. Quando il "samaritano" iracheno, che ha nel suo furgone due bambini, tenta di prestare soccorso ai ferito, l’equipaggio dell’elicottero chiede il permesso per poter aprire di nuovo il fuoco. "Forza, lasciateci sparare!", esclama uno dei soldati sull’elicottero. Quando emerge che nell’attacco sono rimasti feriti anche i due bambini sul furgoncino, uno dei soldati esclama "E' colpa sua, non doveva portare i bambini nella battaglia!". Le immagini mostrano dei soldati americani arrivati in veicoli blindati sul luogo dell’incidente tentare di salvare i bambini feriti portandoli in un pronto soccorso Usa. Ma i soldati ricevono l’ordine di portare i bimbi feriti in un normale ospedale iracheno.


    [VIA]

    http://www.youtube.com/watch?v=5rXPrfnU3G0


    Qui il video integrale.
    Ultima modifica di Mr. Francis; 06/04/2010, 14:25.

    #2
    Riferimento: WikiLeaks colpisce ancora: Collateral Murder

    E' stato un episodio davvero scioccante.
    Non entro nel merito dell'opportunità dell'intervento statunitense in Iraq (ognuno ha le sue opinioni), ma di certo quando si decide di sparare su un gruppo di esseri umani bisogna essere CERTI che questi stiano per attuare un attentato o qualcosa di altrettanto pericoloso; altrimenti invece di proteggere i civili si finisce per ammazzarli come in questo caso.
    sigpic

    Commenta


      #3
      Riferimento: WikiLeaks colpisce ancora: Collateral Murder

      Le regole d'ingaggio statunitensi sono sempre state del tipo "Se te la senti, sparali!"; da qui, questi assurdi episodi che vanno ad incrementare leggenda (verità) che i soldati USA siano degli esaltati. Probabilmente i test psico-attitudinali negli States non sono così scrupolosi...
      Why join the Navy, if you can be a pirate?

      Commenta

      Sto operando...
      X